Classica: Intro
Music / 20 Aprile 2019

In questo spazio parlerò di un oggetto misterioso, una terra dai più inesplorata: la musica classica. Si è perso il contatto con questa forma d’arte eccelsa, soprattutto qui da noi in Italia. Eppure, nell’area mitteleuropea è assolutamente normale andare a un concerto sinfonico, come trovare un quartetto d’archi in un caffè o in un parco. In Russia e nei paesi dell’ex area sovietica, il popolo (non l’elite) ama la classica. Non a caso, le orchestre sinfoniche di tutto il mondo sono piene di musicisti provenienti da quelle scuole. Questa premessa ci introduce a un appuntamento periodico che terrò sulla classica, con cui vorrei, immodestamente, dare un piccolo contributo per una diffusione popolare di questa forma d’arte sublime. Non sono un musicologo, ma un semplice appassionato, quindi il mio minor tecnicismo renderà la materia fruibile anche a chi ne è a digiuno. La musica classica è una delle espressioni più alte della cultura occidentale. La sua parabola va dall’XI al XX secolo. Tralasciando argomenti teorici, seguiremo la storia dei musicisti che hanno scolpito negli ultimi dieci secoli il percorso di questa meravigliosa espressione della mente umana. La celebrità dei compositori è mutata nel corso dei secoli, così quelli che noi oggi consideriamo geni…