Il racconto delle vicende, degli artisti, delle canzoni, che hanno forgiato lo stile musicale che ha conquistato tutti, dai puristi della classica, ai palati raffinati del jazz, fino al vasto pubblico del pop.

Il mio racconto di quel fantastico viaggio musicale sul Blog della Musica, di seguito i link.

1. La nascita del nuovo stile

La storia della Bossa Nova inizia dalla cronaca di un’epoca irripetibile, che vide confluire nello stesso luogo artisti incredibili: musicisti, cantanti, compositori, poeti, tutti spinti dalla stessa voglia di rinnovamento della musica e della cultura brasiliana.

2. Astrud Gilberto, stella per caso

Il periodo d’oro della bossa nova in America va dal 1962 al 1964. Il nuovo stile si trasforma da fenomeno a genere musicale consolidato e universalmente recepito. Eppure, sarà la fine dell’amore tra Astrud e João Gilberto a decretarne la gloria internazionale.

3. Musica Popular Brasileira e dittatura militare

Nel 1964, il colpo di stato dei militari infrange il sogno della notte carioca. La bossa nova perde la sua leggerezza e i testi non parlano più d’amore ma di libertà. Molti artisti fuggono all’estero. Entra in scena la seconda generazione della bossa nova, contaminata non più solo dal jazz, ma anche dal beat e dal rock, e ogni forma di espressione musicale si riconduce alla sigla MPB, acronimo di Musica Popular Brasileira.

4. Il Tropicalismo e l’esilio in Europa

L’evoluzione della musica brasiliana, dai ’50 ai ’70, fu travolgente. La bossa nova ebbe il merito di far emergere tutta la creatività di un popolo che voleva liberarsi dalle catene della repressione politica. L’ultimo sussulto di questa crescita musicale e culturale, e per certi versi il più rivoluzionario, fu il Tropicalismo proveniente da Salvador de Bahia.

5. La MPB verso il nuovo secolo

Nel corso degli anni settanta, la bossa nova è ormai nel mito, come tutti i suoi storici interpreti, mentre il tropicalismo si dissolve, lasciando però un segno indelebile nella cultura musicale del paese, che indietro non può più tornare. Si allenta la morsa della dittatura, fino al suo tramonto nel 1985. La MPB viaggia verso il nuovo secolo con gli interpreti storici della bossa nova e le nuove grandi personalità musicali.

6. Antonio Carlos “Tom” Jobim, O Mestre Soberano

Dire Tom Jobim equivale a dire Bossa nova. Unanimemente considerato uno dei più grandi compositori del ventesimo secolo, è sicuramente il più importante nella storia della MPB. In Brasile, lo chiamano O Mestre Soberano (il maestro sovrano), perché al di sopra della sua arte non c’è nessuno. A distanza di oltre sei decenni, le sue canzoni sono oggetto di studio nei conservatori jazz di tutto il mondo e attraversano trasversalmente gli stili e i gusti più disparati.

7. Chega de Saudade, la prima bossa nova della storia

Chega de saudade è una sorta di secondo inno nazionale, perché non c’è brasiliano che non la conosca e non sappia cantarla. È la canzone che segna una svolta epocale nella storia della musica moderna, perché è dalle sue note che nasce la bossa nova ed è una delle poche canzoni non americane ammesse nel Great American Songbook, con il titolo No More Blues.

Autore

Silvio Coppola

Silvio Coppola è nato a Salerno. Musicista, scrittore, giornalista e conduttore radiofonico. È stato redattore per riviste specializzate di computer music, ha suonato nei migliori locali della Campania, ha collaborato con il grande drummer napoletano Tullio De Piscopo, nel 2020 ha pubblicato il suo primo romanzo fantasy per La Ruota Edizioni.