Cari lettori,

oggi vi voglio parlare del fantasy “Daniel Dante e la Compagnia del Lumen Magico” di Silvio Coppola, edito da La Ruota Edizioni.

Daniel Dante è un ragazzo di 11 anni che vive con i genitori e la sorella a Venezia. La sua famiglia porta avanti da anni una libreria bellissima, colma di libri antichi. Ha fondato per gioco insieme ai suoi tre più cari amici la Compagnia del Lumen Magico. Insomma, una vita normale di un qualsiasi ragazzo della sua età. Ma tutto cambia quando si rende conto di avere dei poteri magici e quando una donna bellissima, Veronica Franco, poetessa e cortigiana del ‘500, gli rivela di essere il Prescelto. Daniel avrà il compito di trovare il “De Occulta Mathematica” per guidare l’umanità verso un futuro in cui la conoscenza sarà superiore. Tuttavia, una persona cercherà in tutti i modi di ostacolare il Prescelto e i Guardiani del Tempo…

Quest’anno ho riscoperto il fantasy, non ne avevo mai letto così tanti e devo ammettere che mi intrigano sempre di più. In questo caso tengo a precisare che non è solo un fantasy per ragazzi, cosa che si potrebbe pensare visto che il protagonista ha soltanto 11 anni. Questa storia può essere letta anche da un pubblico più adulto perché Daniel non è un ragazzo qualunque, lui è il Prescelto e ha un’intelligenza superiore ai suoi coetanei. Si ritroverà a combattere contro il male per salvare se stesso, la sua famiglia e l’umanità. La storia è ambientata a Venezia e i dettagli descrittivi sono davvero tanti, infatti mi sembrava quasi di vivere l’avventura sulla mia pelle. I Guardiani del Tempo, coloro che accompagnano il Prescelto, sono delle persone realmente esistite: Vivaldi e Casanova sono solo alcuni dei nomi.
La costruzione del romanzo è molto complessa e si vede che l’autore ha studiato tanto per renderla perfetta. A me è piaciuto tantissimo e non vedo l’ora di leggere il seguito!
Continua su Libriamo Blog

Autore

Silvio Coppola

Silvio Coppola è nato a Salerno. Musicista, scrittore, giornalista e conduttore radiofonico. È stato redattore per riviste specializzate di computer music, ha suonato nei migliori locali e piano bar della Campania, ha collaborato con il grande drummer napoletano Tullio De Piscopo, con cui ha composto due canzoni.